Caro Presidente Putin,

Come membri della comunità globale basata sulla realtà, vorremmo estendere il nostro apprezzamento e sostegno alla decisione della Federazione russa di fornire assistenza umanitaria e militare in Siria, alle sue forze armate e al suo leader democraticamente eletto, il presidente Bashar al-Assad, nella lotta contro i terroristi internazionali sostenuti dagli Stati Uniti.

Il lancio di attacchi aerei diretti contro i terroristi ISIL in Siria arriva in un momento critico,1 proprio come il ruolo centrale che ha avuto la Russia nel prevenire un intervento militare Occidentale nel 2013. Come voce della ragione e forza per la giustizia, ora vi ringraziano e vi sostengono siriani, russi e tutte le persone di coscienza del mondo.

Dal 2011, i leader Occidentali sono stati determinati nel trasformare la Siria in uno stato fallito. Si sono spinti fino al punto di fornire finanziamenti, addestramento e armi a mercenari stranieri che hanno intrapreso una brutale campagna di terrore contro il popolo siriano e il loro legittimo governo.2 Queste forze terroristiche e fanatici religiosi non rappresentano la volontà del popolo siriano, la maggioranza dei quali supporta il presidente Assad. Come lei ha detto nel suo discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che è per il popolo siriano, ed è soltanto il popolo siriano a decidere chi li debba governare.

Nel 2013, quando l’Occidente è stato eletto a lanciare una campagna militare contro la Siria, la Russia è intervenuta per mediare una soluzione pacifica e diplomatica. In un mondo sano, questa sarebbe la risposta naturale ai problemi internazionali, e la Russia non rimarrebbe da sola. Sfortunatamente, l’Occidente continua la sua politica a vicolo cieco col sostegno alla violenza, la coercizione e con l’intervento illegale negli affari di nazioni sovrane.

Mentre l’Occidente spinge per la destabilizzazione, la guerra e il caos, la Russia rimane salda nel suo impegno per il dialogo, la cooperazione, la legge e l’ordine internazionale. La vostra reazione alla crisi in Siria ci dimostra esattamente questo.

Come lei, il presidente Assad si è dimostrato essere un uomo di intelligenza, coraggio e buona volontà. E come la maggior parte delle figure pubbliche che possiedono queste qualità, è stato diffamato e calunniato senza sosta dai governi Occidentali e dai media. Un esempio è il massacro di Hula nel maggio 2012, in cui 108 siriani sono stati uccisi, tra cui 49 bambini. È stato accusato l’esercito siriano per questa atrocità, ma successivamente è stato rivelato che il massacro era stato perpetrato dalle forze allineate con la ‘Free Syrian Army’ (FSA) appoggiata dagli Stati Uniti, e che le vittime erano sostenitori del governo siriano.3 Più tardi nel 2012 , la FSA veniva osservata mentre rapiva civili e soldati fuori servizio.4

Questo è il gruppo ‘opposizione moderata’ che i funzionari governativi Occidentali sostengono nella loro aggressione illegale contro Assad, e che ora accusano di essere gli obiettivi degli attacchi aerei russi. Questi fatti ed altri mostrano chiaramente che il governo degli Stati Uniti e dei suoi alleati professano di combattere il terrorismo, quando in realtà li creano e li sostengono nel futile tentativo di assicurarsi direttamente l’egemonia globale. Lo fanno senza il sostegno delle Nazioni Unite e senza il sostegno dei legittimi governi dei paesi che attaccano.

Il secondo segretario generale delle Nazioni Unite, Dag Hammarskjold, che John F. Kennedy considerava il più grande statista del suo tempo, vide chiaramente i problemi che affliggono non solo le Nazioni Unite, ma il mondo in generale. Nel 1958 scrisse:

“Il conflitto dei diversi approcci per la libertà dell’uomo e della mente o tra diversi punti di vista della dignità umana e il diritto del singolo, è continuo. La linea di demarcazione si trova in noi stessi, all’interno delle nostre popolazioni, e anche in altre nazioni. Essa non coincide con nessun confine politico o geografico. La lotta finale è quella tra l’umano e il subumano. Siamo su un terreno pericoloso, se pensiamo che ogni individuo, qualsiasi nazione o qualsiasi ideologia abbia il monopolio della giustezza, della libertà e della dignità umana.5

Siamo su un terreno pericoloso. L’auto-professatosi monopolio degli Stati Uniti sulla giustezza, la libertà e la dignità umana, ha portato a scorrettezza, oppressione e sofferenza su larga scala. La mentalità Occidentale mostrata in Libia e in Siria è veramente subumana6 – psicopatica7 – abbracciando gli aspetti più vili della natura umana.8

Naturalmente, il subumano si riflette nei risultati della politica degli Stati Uniti in Ucraina e in Siria. In Ucraina, i neo-nazisti sono membri del Parlamento e formano battaglioni che hanno torturato e uccisi uomini, donne e bambini nel Donbass, con il bene placito del governo di Kiev. In Siria, la politica Occidentale di distruzione, e il sostegno al terrorismo, hanno portato ISIL e altri gruppi terroristici, i cui metodi sono condannati pubblicamente, ma poi sostenuti privatamente dai leader occidentali.9 Questo non è la visione che l’umanità cerca disperatamente di abbracciare. Questa non è la visione che noi cerchiamo.

Fino a quando i leader mondiali continuano a sottomettersi alla volontà di politici psicopatici, l’umanità non potrà mai costruire un mondo di pace.10 Preghiamo che sempre più persone seguano il vostro esempio, parlando di verità ai poteri, agendo con decisione delle proprie convinzioni e rifiutando di essere controllato dalla paura e dall’ignoranza. Speriamo che in questo modo possiamo tutti fare la nostra parte per creare un mondo veramente multipolare, libero dall’influenza distruttiva di psicopatici e fanatici, e delle strutture politiche tossiche che vengono create per rendere la pace impossibile.

Cordiali saluti,

  • Adam krawczyk - Poland
  • Christian Buchin - Germany
  • Kinga Piotrkowska - Poland
  • Paweł Górecki Żnin - Poland
  • Bogdan Jaroni - Poland
  • Kamil Stachańczyk - Poland
  • Cezary Biernacki - Poland
  • Irena Geppert - Poland
  • Grzegorz Mamak - Poland
  • Alexander Erhardt - Germany
  • Konrad Strauß - Germany
  • olivier LAURENT - France
  • Norma Gritti - Italy
  • Simone Urban - Germany
  • Ombretta Monicelli - Italy
  • Allison Bardes - United States
  • Flavio Ciarmela - Germany
  • Marina Filippova - Germany
  • Jana Nečesaná - Czech Republic
  • Werner Kanapin - Norway
  • Kornelia Brüning - Germany
  • Jean-Marie THIEBAUD - France
  • Jacqueline Zwahlen - Switzerland
  • Jean-Louis MARDI - France
  • Max Hamouie - United States
Fino ad oggi 94,044 persone hanno firmato la lettera.

 

Puoi firmare anche tu!


Sources:

  1. Russia establishes ‘no fly’ zone for NATO planes over Syria, moves to destroy “ISIS” – Pentagon freaks out

  2. The Syrian Diary documentary: Who is responsible for turning a paradise into hell?

  3. Houla massacre carried out by Free Syrian Army, according to Frankfurter Allgemeine Zeitung

  4. The Houla Massacre Revisited: “Official Truth” in the Dirty War on Syria

  5. “The Walls of Distrust”, Address at Cambridge University, June 5, 1958

  6. NATO Slaughter: James and Joanne Moriarty expose the truth about what happened in Libya

  7. Political Ponerology website

  8. Global Pathocracy, Authoritarian Followers and the Hope of the World

  9. Pentagon report predicted West’s support for Islamist rebels would create ISIS

  10. The Authoritarians Website

 

Caro Presidente Putin, Popolo della Russia,

La preghiamo di accettare le nostre scuse per il comportamento dei nostri governi e dei media. Le Nazioni Occidentali, guidate dagli Stati Uniti, sembrano determinate ad iniziare una guerra con la Russia. Una persona sana di mente avrebbe riconosciuto le terribili conseguenze di una tale guerra e avrebbe fatto tutto quanto in suo potere per evitarla. In realtà è proprio quello che lei sta facendo. A fronte di un flusso infinito di bugie e provocazioni è riuscito a non coinvolgere la Russia in un conflitto nucleare.1, 2

Gli eventi che circondano la guerra in Ucraina sono stati volutamente capovolti per rappresentare voi come un aggressore, quando i fatti dimostrano chiaramente il contrario. Bande neo-naziste commettono atrocità contro i cittadini della Novorussia su base giornaliera, ricevendo un sostegno politico e finanziario da parte dei governi occidentali. L’esercito ucraino ha bombardato regolarmente posti di blocco e città russe, compresi i rifugiati che cercano di fuggire dal paese. La Russia è stata accusata di aver abbattuto l’aereo della Malaysian Airlines, MH17, anche se l’evidenza suggerisce che il volo è stato abbattuto dall’esercito ucraino. Quando offrivate aiuti umanitari alla popolazione del Luhansk vi hanno accusato di contrabbando di armi in Ucraina.3

Perché siete il bersaglio di queste menzogne e provocazioni? I criminali patologici dell’Occidente stanno spingendo verso un conflitto con la Russia perché hanno bisogno di un nemico esterno. Finché le persone si concentrano sulla “aggressione russa”, queste rimangono all’oscuro dei veri responsabili del declino dell’economia americana e del sistema sociale. In Europa – con la sua storia di guerre brutali innescate da arroganza e avidità – i leader europei hanno subito un collasso morale completo e sono ingenuamente caduti in fila dietro la politica di aggressione imperiale degli Stati Uniti. L’ultimo grande presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy, ha descritto il nostro nemico comune nel 1961:

Siamo contrastati in tutto il mondo da una monolitica e spietata cospirazione, basata su mezzi segreti per espandere la sua sfera di influenza, che usa l’infiltrazione al posto dell’invasione, la sovversione al posto delle elezioni, l’intimidazione al posto della libera scelta, la guerriglia di notte invece che di eserciti alla luce del giorno. Si tratta di un sistema che ha arruolato vaste risorse umane e materiali nella costruzione di una impenetrabile macchina altamente efficiente che combina corpi militari, diplomatici, di intelligence, di operazioni, scientifici, e politiche economiche… Le sue macchinazioni sono celate, mai rese pubbliche. I suoi errori sono sepolti e mai titolati. I dissidenti vengono messi a tacere, non premiati. Nessuna spesa è messa in discussione, nessuna voce stampata, nessun segreto rivelato.4

Da quel momento il governo degli Stati Uniti e altre nazioni occidentali sono stati infiltrati da questa “spietata cospirazione”. Anche se non si tratta necessariamente di un unico apparato, crediamo che i suoi leader pensino ed agiscano senza il peso di una normale coscienza umana. Questo è il motivo per cui sono disposti a sacrificare la vita di milioni o miliardi di persone. Essi forniscono ad Israele le armi che vengono utilizzate per il massacro di migliaia di palestinesi. Essi militarizzano la polizia in luoghi come Ferguson, per proteggere e rafforzare il loro potere sulla popolazione. Mentono per iniziare guerre che si prendono la vita di milioni di persone, per aumentare il loro potere politico. Sono deplorevoli.5, 6

Proprio come JFK, anche lei ha un curriculum militare; così siete legati da un senso del dovere di proteggere e servire il popolo della Russia. Sembra che come lui abbiate riconosciuto la follia della guerra nucleare e che vi siate attivati verso la pace.7 Lei si rifiuta di approvare le azioni dell’impero americano e sta lavorando per minare il suo potere evitando il rischio di un conflitto militare diretto. Invece la Russia ha sviluppato stretti rapporti con molti paesi attraverso organizzazioni come il BRICS, perdonando i vecchi debiti e lavorando con i suoi partner per raggiungere gli obiettivi che servono gli interessi del popolo. L’idea di partnership internazionali è stata definita un approccio multipolare, ed è in netto contrasto con quelli unipolari, come la politica imperialista degli Stati Uniti in cui le risorse di tutti i paesi sono controllate a beneficio pochi potenti – e a scapito di Noi: il Popolo. Respingiamo l’avidità, l’odio e la sete di potere agognata dai nostri “leaders”. Siamo indignati e disgustati per l’uccisione di milioni di persone innocenti in nome della libertà e della difesa personale. Noi vogliamo la pace e la giustizia per tutti i popoli. Vogliamo una vera e duratura pace, il tipo di pace su cui una volta parlava JFK:

Che tipo di pace cerchiamo? Non una Pax Americana applicata sul mondo con le armi di guerra americane. Non la pace della tomba o la sicurezza dello schiavo. Sto parlando di una pace genuina, il tipo di pace che rende la vita sulla terra un’esperienza da desiderare, il tipo di pace che consenta agli uomini e alle nazioni di crescere nella speranza di costruire una vita migliore per i loro figli, non solo la pace per gli americani, ma la pace per tutti gli uomini e le donne, non solo la pace nel nostro tempo, ma la pace per tutti i tempi.8

La vera pace e la giustizia sono impossibili, fintanto che la “spietata cospirazione” rimane nascosta nell’ombra, al governo degli Stati Uniti e di altre nazioni. Preghiamo che attraverso i nostri sforzi reciproci possiamo contribuire a sconfiggere criminali assetati di potere e senza scrupoli che cercano di schiavizzare tutti noi. Preghiamo affinché possiamo tutti promuovere una vera pace che renda la vita sulla terra degna di essere vissuta.

Sinceramente,

  • Adam krawczyk - Poland
  • Christian Buchin - Germany
  • Kinga Piotrkowska - Poland
  • Paweł Górecki Żnin - Poland
  • Bogdan Jaroni - Poland
  • Kamil Stachańczyk - Poland
  • Cezary Biernacki - Poland
  • Irena Geppert - Poland
  • Grzegorz Mamak - Poland
  • Alexander Erhardt - Germany
  • Konrad Strauß - Germany
  • olivier LAURENT - France
  • Norma Gritti - Italy
  • Simone Urban - Germany
  • Ombretta Monicelli - Italy
  • Allison Bardes - United States
  • Flavio Ciarmela - Germany
  • Marina Filippova - Germany
  • Jana Nečesaná - Czech Republic
  • Werner Kanapin - Norway
  • Kornelia Brüning - Germany
  • Jean-Marie THIEBAUD - France
  • Jacqueline Zwahlen - Switzerland
  • Jean-Louis MARDI - France
  • Max Hamouie - United States
Fino ad oggi 94,044 persone hanno firmato la lettera.

 

Puoi firmare anche tu!


Sources:

  1. Is Putin incorruptible? U.S. insider’s view of the Russian president’s character and his country’s transformation
  2. Putin is trying to save the world from war by Paul Craig Roberts
  3. Putin Blamed for #MH17 to Launch Attack on BRICS World Bank
  4. Commencement Address at American University, June 10, 1963
  5. Political Ponerology (A Science on the Nature of Evil Adjusted for Political Purposes) by Andrew M. Lobaczewski
  6. The Shock Doctrine: The Rise of Disaster Capitalism by Naomi Klein
  7. JFK and the Unspeakable: Why He Died and Why It Matters by James W. Douglass
  8. The President and the Press, April 27, 1961
  9. An open letter from the Netherlands to President Putin
  10. The NATO Syndrome, the EU’s Eastern Partnership Program, and the EAU
  11. No-Bluff Putin – Anyone who says Russia is losing in Ukraine doesn’t understand how this game is played.
  12. Putin: Ukraine is a Battlefield for the New World Order
  13. Global Pathocracy, Authoritarian Followers and the Hope of the World

pdficon_largeScaricare PDF

 

VOGLIAMO SAPERE PERCHÉ L’OCCIDENTE ODIA PUTIN?

LEGGI LA PONEROLOGIA POLITICA PER COMPRENDERE
la PSICOPATIA OCCIDENTALE

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Tumblr